fbpx
PERCHE’ ISTRUIRE LE PERSONE CHE AMI E’ COSI IMPORTANTE, SECONDO LE REGOLE DI STUART HOLBROOK BANDITORE DI ASTE DELLE BAMBOLE

PERCHE’ ISTRUIRE LE PERSONE CHE AMI E’ COSI IMPORTANTE, SECONDO LE REGOLE DI STUART HOLBROOK BANDITORE DI ASTE DELLE BAMBOLE

Il collezionismo di bambole è destinato a sperimentare un boom tra i millennial – quando i giovani di oggi tra i 20 e i 40 anni, raggiungeranno l’età dei 50. Sarà in quel preciso istante che sostituiranno l’amore per l’high – tech, con l’amore per l’artigianato.

E’ quello che ha dichiarato Stuart Holbrook,  fondatore della casa d’aste Theriault nel Maryland, specializzata esclusivamente nella valutazione di bambole antiche e giocattoli per l’infanzia.

“La nuova generazione Ama, ama assolutamente i vecchi oggetti perché è una generazione cresciuta con i telefoni cellulari. La tecnologia gli ha trapanato la mente sin dalla loro nascita.

“ed è proprio per questo, che Invecchiando, si ribelleranno e scopriranno questo ritorno all’arte e alla bellezza degli oggetti fatti a mano e con passione. Costruiti artigianalmente. Questa sarà la prossima grande generazione di collezionisti. Sarà probabilmente la più grande generazione di collezionisti della storia, più di quanto tu abbia mai visto. ”

 

Come ben sai,

ad oggi ci sono pochissime persone delle generazioni più giovani, che si dedicano attivamente al collezionismo.

Questo succede perché siamo presi completamente dalla nostra vita.

Cresciamo i nostri figli, lavoriamo, acquistiamo una casa. Ci occupiamo di tutte quelle cose che la vita quotidiana richiede, e che sono necessarie.

 

Come collezionista sai benissimo, che anche valorizzare, scegliere e acquistare una bambola richiede molto tempo e tanta dedizione. Perché anche nel collezionismo, se vuoi entrare a far parte di quell’elite di persone che vengono contattate per delle interviste, di cui si parla sui giornali, che passeranno alla storia, appunto per la loro collezione originale di bambole,

e se  non vuoi essere dimenticato dai tuoi figli o dai tuoi nipoti, nel momento in cui di te, resterà solo la tua collezione di bambole,  dovrai continuare ad istruirti, ma soprattutto dovrai continuare ad istruire le persone che ti sono accanto, nel riconoscere il valore della tua collezione e nel saperla valutare nel mercato sovraffollato di oggi.

 

Ok, tante belle parole, ma nello specifico come faccio ad istruire le persone che mi sono accanto?

 

E’ molto semplice.

Devi parlare loro della tua infanzia.

 

Basta davvero cosi poco? E’ davvero cosi semplice?

Si lo è e adesso ti spiego perché.

 

Il motivo principale per il quale diventiamo collezionisti di bambole è la Nostalgia.

Personalmente, mi sono appassionata alle bambole quando ero bambina, e ho visto per la prima volta la più grande collezione di Barbie (più grande per me, vista dagli occhi di una bambina di soli 5 anni) della figlia di un collega di mio padre, che aveva una stanza dedicata solo a loro.

Tre scaffali di Bambole in esposizione, suddivise per colori e anno d’uscita.

Ne rimasi talmente affascinata che decisi di avere una collezione tutta mia.

 

I cicciobelli no, ma se all’epoca mi regalavano una barbie ero la bimba più felice del mondo!

E guai a chi solo balenasse l’idea di poterle toccare. Si potevano guardare, ma il diritto al tocco era soltanto mio.

Fondamentalmente collezionisti si nasce

Continui a collezionare bambole perché attraverso loro mantieni vivo un legame con il tuo passato. Rivivi i ricordi della tua infanzia. E non si tratta del numero delle tue bambole ma si tratta di qualità.

 

Perché più è qualitativa e importante la tua Bambola, più valore ha il tuo ricordo d’infanzia.

E più riesci a condividere questi tuoi ricordi con gli altri, più le persone che ti sono accanto, riusciranno a vederle con i tuoi stessi occhi da bambina.